Buonanotte, signor Lenin (Il Cammeo)

Buonanotte signor Lenin Il Cammeo Nellagosto Tiziano Terzani che gi nel febbraio precedente ha potuto visitare le isole Curili e Sachalin estremo avamposto dellUnione Sovietica inizia come membro di una spedizione sovietico ci

  • Title: Buonanotte, signor Lenin (Il Cammeo)
  • Author: Tiziano Terzani
  • ISBN:
  • Page: 151
  • Format: Formato Kindle
  • Nellagosto 1991, Tiziano Terzani che gi nel febbraio precedente ha potuto visitare le isole Curili e Sachalin, estremo avamposto dellUnione Sovietica inizia, come membro di una spedizione sovietico cinese, un lungo viaggio sul fiume Amur per osservare da vicino la situazione del paese nelle sue zone asiatiche pi periferiche La notizia del golpe anti Gorbacv a Mosca, appena rimbalzata in quelle remote latitudini, lo induce tuttavia a intraprendere subito, e questa volta da solo, il lungo percorso in aereo e in automobile che, attraverso la Siberia, lAsia Centrale e il Caucaso, lo condurr in due mesi sino alla capitale Lesperienza, come facile intendere, eccezionale per la sua completezza e la sua complessit, nonch per il particolare momento in cui si svolge il crollo del comunismo, il definitivo fallimento del socialismo reale, lo svilupparsi dellopposizione, i primi passi verso lautonomia delle varie repubbliche, le pericolose spinte ai nazionalismi e la rinascita dellIslam Il tutto in un ribollire di umanit pittoresca e ingegnosa, di delusioni e di nuove utopie, di speculazioni e di personalismi Con lausilio di una cinquantina di fotografie scattate dallautore ci si apre cos uno straordinario panorama, che pu leggersi anche come guida alle nuove repubbliche, ormai meta di uomini daffari e di turisti un po pi avventurosi del solito Variegato nella diversit delle esperienze e degli approcci, unificato attraverso le conoscenze, le competenze, lo spirito dosservazione e critico dellautore, il libro ha un altro motivo conduttore la figura di Lenin, che ispira il titolo Di tappa in tappa, Terzani infatti testimone dellabbattimento delle sue statue e non a caso il viaggio si conclude con una visita al mausoleo sulla Piazza Rossa in cui la salma del padre dellURSS tuttora conservata.

    • Free Download [Self Help Book] ↠ Buonanotte, signor Lenin (Il Cammeo) - by Tiziano Terzani ↠
      151 Tiziano Terzani
    • thumbnail Title: Free Download [Self Help Book] ↠ Buonanotte, signor Lenin (Il Cammeo) - by Tiziano Terzani ↠
      Posted by:Tiziano Terzani
      Published :2019-03-14T22:55:47+00:00

    About “Tiziano Terzani

    • Tiziano Terzani

      Tiziano Terzani Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Buonanotte, signor Lenin (Il Cammeo) book, this is one of the most wanted Tiziano Terzani author readers around the world.

    977 thoughts on “Buonanotte, signor Lenin (Il Cammeo)

    • Siamo nell'agosto del 1991 Terzani sta compiendo un viaggio di lavoro fluviale come giornalista, lungo l' Amur Km 2,824 il fiume della Siberia Orientale , fiume che delinea il confini russonesiAll'improvviso una notizia da Mosca: il golpe che destituisce Gorbaciev.Mosca lontanissima,che lascia quasi ì indifferenti le popolazioni .Siberiane, e il suo miserevole vivereTerzani inizia cosi il viaggio verso la capitale , un lungo viaggio nel grande impero Sovietico attraverso gli stati della A [...]


    • Sempre incredibili i suoi libri e le sue testimonianze. Un libro splendido dall'inizio alla fine che ti porta in viaggio non solo attraverso terre lontane ma anche attraverso la storia e i popoli facendoti incontrare la gente vera che ha vissuto quel tragico sogno che fu il comunismo reale fino alla sua conclusione. Un libro che ti porta non solo nelle contraddizioni del comunismo ma anche in quelle del capitalismo selvaggio che lo sostituisce distruggendo velocemente qualunque equilibrio social [...]


    • Tiziano Terzani ha la capacità unica di descrivere la realtà per quella che è, senza edulcolorazioni ideologiche o buoniste, ma non per questo si fa sfuggire la bellezza delle genti e dei luoghi. Chiuso questo libro mi sono ritrovato molto arricchito, mai avrei pensato di appassionarmi alle sorti di Uzbeki, Turkmeni, Kirgiki, Tagiki, etc.; quella che ci è sempre stata raccontata come "Unione Sovietica" in questo libro viene sviscerata e vengono messe a nudo tutte le differenze tra i popoli c [...]


    • Come non amare Terzani?! Questo libro è meraviglioso, mentre lo leggi ti sembra di essere al suo fianco mentre attraversa i paesi dell'Ex Unione Sovietica, mentre intervista i personaggi politici che incontra lungo il cammino, mentre visita i paesini sperduti di una ormai Ex URSS dimenticati da tutti. Non si può farne a meno, mentre lo si legge si vorrebbe che non finisse mai.Terzani ha vissuto così tanti avvenimenti, ha conosciuto così tante persone, visitato luoghi ed appreso storie, che s [...]


    • Terzani, nel suo periodo da giornalista, ha raccontato in maniera chiara e impeccabile i Paesi dell'Asia, attraverso esperienze dirette cariche di curiosità che lo stesso autore ha cercato di soddisfare. In questo caso si tratta di un racconto che permette di capire cosa sia successo nei Paesi che appartenevano all'ex Unione Sovietica e che improvvisamente si sono ritrovati Stati autonomi. Col senno del poi, si comprende come Terzani sia stato un intelligente anticipatore dei tempi, capendo la [...]


    • Il solito Terzani ovviamente in senso elogiativo. Un testimone appassionato e coinvolto di un momento storico che cambiera' il mondo nel nuovo millennio. Reportage contestualizzato nei giorni del fallito golpe contro Gorbaciov, e' illuminante per capire come la storia odierna, dal terrorismo islamico al fondamentalismo, abbia avuto le radici in quel contesto socio politico. E Terzani, come sempre, non lesina il suo giudizio molto forte e soggettivo.


    • Appassionante la descrizione delle estreme terre e dei paesi visitati, ancora sconosciuti nel mondo occidentale. Finalmente e' stata aperta la luce sulla reale situazione di vita nell' impero sovietico, dove, dietro ad una cortina di non informazione, era nascosta una realta' di abusi e sopraffazioni etniche, politiche e culturali.


    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *